Maggio 18, 2022

I vari trattamenti dell’acciaio inossidabile

L’acciaio inossidabile ha eccezionali caratteristiche meccaniche e chimiche che lo rendono utilizzabile in molti campi: zootecnico, alimentare, farmaceutico, oleario e vinicolo, arredamento, ecc. Spesso, però, i suoi utilizzatori danno più importanza alla lavorazione che ai trattamenti di finitura, trascurando così l’importanza di questi passaggi che sono importanti per riportare il materiale alle sue caratteristiche originali di durata e inossidabilità.

Lo scopo dei trattamenti dell’acciaio

I trattamenti chimici dell’acciaio inossidabile si dividono in trattamenti superficiali e trattamenti di finitura.

I trattamenti superficiali (decapaggio, passivazione ed elettrolucidatura) hanno lo scopo di riportare la superficie del materiale alla sua composizione chimica originale, ripristinando così le sue caratteristiche di durata e inossidabilità.

I trattamenti di finitura (lucidatura, satinatura, trattamento galvanico) mirano a dare un aspetto estetico specifico all’acciaio inossidabile.

Il decapaggio dell’acciaio

Dedicato alla preparazione delle superfici in acciaio per prepararle ai trattamenti successivi, il decapaggio è una parte fondamentale di molti cicli di lavorazione dell’acciaio.

Generalmente si utilizzano vasche per l’immersione di pezzi di piccole-medie dimensioni, mentre per quelli più grandi utilizziamo speciali paste e gel decapanti applicati con pennelli e pompe.

Un decapaggio accurato è in grado di rimuovere completamente gli ossidi e tutti i residui di lavorazione, preparando l’acciaio ai trattamenti successivi.

La passivazione dell’acciaio

La passivazione dell’acciaio consiste nell’uso di soluzioni chimiche in cui viene immerso il pezzo da passivare.

Come per il decapaggio, anche qui esistono soluzioni in gel o in pasta da applicare a pennello o con una pompa a spruzzo.

Dopo un tempo di permanenza di almeno tre ore, il pezzo deve essere risciacquato con abbondante acqua fredda applicata sotto pressione.

La passivazione è un buon ciclo di trattamento chimico dopo qualsiasi lavorazione di articoli in acciaio inossidabile.

L’elettrolucidatura dell’acciaio

L’elettrolucidatura è la soluzione per eliminare le microfratture e migliorare l’aspetto estetico dell’acciaio inossidabile.

Tale trattamento permette di ridurre il profilo di rugosità, aumentare la resistenza alla corrosione e rimuovere i contaminanti dalle superfici metalliche.

L’elettrolucidatura aiuta anche a migliorare l’aspetto estetico delle superfici metalliche e offre migliori proprietà di pulizia.

Grazie a questa tecnologia, oltre a migliorare l’aspetto estetico, si aumenterà la resistenza alla corrosione, si potrà ridurre il profilo di rugosità decidendo quale grado di rugosità raggiungere, si elimineranno le microfratture e si rimuoveranno i contaminanti.

Inox Trattamenti offre il servizio di elettrolucidatura per tutti i settori in cui è applicabile, vale a dire nei settori dell’arredamento, farmaceutico, automobilistico, aerospaziale, del gas e del petrolio e in vari settori dell’impiantistica.

In conclusione

L’acciaio inossidabile è uno dei materiali più usati al mondo, essendo adatto per un’ampia varietà di applicazioni. Con strumenti come il taglio a getto d’acqua abrasivo e la lucidatura, l’acciaio inossidabile può essere tagliato in modo rapido ed efficiente. Tuttavia, l’inossidabilità non è garantita dopo la lavorazione. Soprattutto, è importante notare che i trattamenti di finitura post-taglio sono molto importanti per ripristinare le proprietà originali dell’acciaio inossidabile.

Comments

comments