Agosto 8, 2022

Camar esporrà i suoi prodotti alla fiera di Meccanica Specializzata di Parma

MECSPE, fiera di riferimento per l’industria manifatturiera avrà luogo a Parma dal 26 al 28 marzo 2015. Con i suoi 59.000 mq organizzati in 9 saloni a tema, MECSPE fornisce ai chi la visita una visione totale su materiali, macchine e lavorazioni per una produzione d’eccellenza, a partire dalla progettazione per arrivare alla produzione.

Al padiglione 2, dedicato a macchine utensili, trattamenti e finiture, presso lo Stand J43 è possibile trovare Camar SpA.

Fondata nel 1965 da Luigi Riva, l’azienda torinese assume dal 1977 la denominazione di Camar SpA.
Diversi sono i prodotti/servizi offerti da Camar che troverete esposti in fiera:

sistemi di bloccaggio: dai dispositivi idraulici e pneumatici alle morse idrauliche e meccaniche
moltiplicatori di pressione con ingombro minimo
dispositivi per assemblaggio: dalle ribaditrici radiali pneumatiche ed oleodinamiche ai moltiplicatori di forza pneumo-idraulici
spazzole industriali ad alta tecnologia e micro spazzole

Camar SpA vanta la fornitura dei prodotti e la relativa assistenza prima e dopo l’acquisto, assicurando, attraverso il proprio servizio di manutenzione, la funzionalità dei diversi dispositivi.
Il motto di Camar mostra un deciso orientamento improntato alla vendita di qualità: “Un’offerta inviata in modo rapido e preciso è vitale per l’ottenimento dell’ordine di fornitura”.

All’interno di MECSPE, Camar si inserisce in un ambiente dinamico e tecnologicamente avanzato che, nella parte legata alla robotica, si fa per certi versi ludico. Recandosi in Piazza della Robotica & degli Umanoidi è possibile incontrare più di un compagno di giochi: dal pallone al basket. Ma attenzione, si tratta di robot capaci di complessi movimenti ed estremamente veloci, che hanno collezionato parecchie vittorie.
Non solo gioco, però, ma anche robot che possono assistere gli anziani nello svolgimento delle proprie attività quotidiane, facilitandole e supportandole (come nel caso dei deambulatori).

Parlando invece, di realtà virtuale, da sperimentare è la Virtual Room, capace di trasformare i prototipi digitali in immagini in 3D quasi reali. Questo permette di visualizzare prima della realizzazione, eventuali debolezze nei macchinari. Non solo, la stampa 3D è in grado di “produrre” il prototipo e di valutare ulteriori modifiche da apportare. Il 3D rispetto alla progettazione tradizionale ha il vantaggio di consentire la completa immersione nel prodotto, individuando anzitempo criticità che possono essere risolte.

Il motto di Camar ben si inserisce in questo ambiente volto a raffinare i processi perché consapevole della loro integrazione e dell’importanza della condivisione di tutti i dati per il buon svolgimento dell’attività aziendale. Mercato, tempi e costi sono strettamente connessi all’interno della fabbrica che poggia su piattarforme integrate. Questo il tema della seconda edizione della conferenza Fabbrica Digitale, oltre l’automazione.

Al centro della Fabbrica Digitale, IDRA prototipo di veicolo progettato dal Politecnico di Torino con il supporto di partner industriali. Nei tre giorni della fiera, saranno realizzati alcuni componenti che verranno montati sul prototipo.

Da non dimenticare: Camar SpA, padiglione 2, Stand J43.

Comments

comments