Archivio della categoria: Uncategorized

Video musicali: quali sono stati censurati e perché

 

Da che è entrata a far parte della vita dell’uomo, oltre divertire e rilassare, la musica è anche stata provocazione: nudità, violenza, blasfemia e satira portata allo stremo. Sono sostanzialmente queste le ragioni che ieri come oggi spingono i media a censurare la messa in onda di alcuni video musicali.
Kinks – Come non ricordare ad esempio lo scandalo suscitato dai Kinks con il video Dead End Street: dotata di humor alquanto grottesco, la band inglese diffonde un video che suscita grande scandalo nell’Inghilterra del 1966.
Nella clip, i componenti del gruppo vestono i panni dei becchini e per le vie della città portano a spasso una bara. Ad un certo punto il morto scappa fuori, suscitando sdegno e paura negli animi dei fratelli Davies.
La BBC reputa il video un po’ troppo fuori dalle righe: si tratta del primo episodio di censura di cui è vittima un video pop.
Madonna – Ma anche Madonna, indiscussa regina del pop, ha costruito tutta la sua carriera sul binomio musica e provocazione. In What It Feels Like for a Girl, ad esempio, la Ciccone mette in mostra crudi atti di criminalità che trovano il loro epilogo in un incidente suicida.
MTV e VH1 rifiutano la pellicola: scene considerate troppo dure per un pubblico di inizio anni ’90.
Così come anche il suo Like a prayer, video musicale che le ha fatto perdere il ruolo di testimonial affidatole da Pepsi. Nel filmato appaiono crocefissi che prendono fuoco, stigmate e statue di Santi che si improvvisano in scene sessuali, trascinando la provocazione al suo apice massimo.
Tra sacrilegio, blasfemia ed eresia, i cristiani non vedono più di buon occhio Madonna.
Robin Thicke – La donna oggetto, argomento sempre piuttosto caro al gentil sesso. Questione, che è stata ripresa nel video Blurred Lines di Robin Thicke. Nella clip, il cantante è circondato da numerose modelle in topless che tra una smorfia e una mossa mirata danno il meglio di sé in quanto a sensualità femminile.
Ad averlo censurato è stato proprio YouTube, evidentemente convinto del fatto che parità dei sessi ed un uso commerciale del proprio corpo siano due questioni diametralmente opposte.
Lady Gaga – E quando si parla di scandalo, si può forse pensare di non incappare in Lady Gaga? Sulla nota popstar sono piovute critiche, censure ed ultimatum per via di un suo video shock.
Parliamo di Judas, clip musicale in cui Gaga interpreta Maria Maddalena e nella quale viene improvvisato una sorta di menage-a-trois con Gesù e Giuda. Associazioni cattoliche e credenti non hanno gradito: l’accusa è di blasfemia.
TaTu – Prostye dvizhen’ya e All About Us: sono questi i due principali video delle TaTu che hanno trovato qualche ostacolo nella loro pubblicazione integrale. Il duo di ragazzine russe che tanto hanno fatto discutere nel corso dei primi anni 2000, soprattutto per le loro provocazioni palesemente votate ai rapporti lesbo, è riuscito a sollevare un polverone anche solo grazie a questi due video.
Se la prima clip mette in mostra scene di autoerotismo, la seconda ha a che fare con passaggi sessuali, violenza sulle donne e omicidio nella sua più fredda accezione.

Google partecipa alla rinascita de L’Aquila

Google ha dato un chiaro esempio di solidarietà, con un progetto “Noi  l’Aquila” rivolto a tutti, in ambito nazionale ed internazionale, ma soprattutto rivolto alla community intesa proprio come comunità basata sul rispetto e sulla cooperazione fra persone.
La tecnologia prende per mano l’uomo, lo accompagna in un percorso oltre che in progetto già “vivibile”, al quale a tutti è permesso di partecipare in maniera attiva per sostenere L’Aquila, ovvero, il popolo ed il Paese, che è patrimonio storico e culturale di tutti.
Il giorno 14 giugno, con grande orgoglio da parte degli aquilani, il progetto ha preso; Google è in prima linea a promuovere e sostenere l’aspetto vero de L’Aquila, ovvero il senso storico che riscatta il Paese dalla tragedia del terremoto 2009.
Google mette a disposizione la tecnologia, senza la quale tutto questo non sarebbe possibile; strumenti importanti, decisivi ma soprattutto d’avanguardia e diventa così protagonista del progetto della rinascita de L’Aquila.
Un progetto che trova riscontro anche nelle altre nazioni, perchè la solidarietà corrisponde al cuore di ogni popolo, permettendo a tutti di partecipare con grande ed intenso senso di umanità.
Un modo per cancellare il dolore e riportare gioia e vitalità ad un Paese che non è mai stato veramente abbattuto.
Ma Google arriva oltre a tutto questo con la piattaforma virutuale di powerd by Google www.NoiLaquila.it, messa a disposizione di tutte le persone che sentiranno il bisogno di condividere foto, video, immagini, racconti che servono a non dimenticare ma soprattutto a ricostruire L’Aquila per quello che veramente è e sempre sarà.
Per i piu’ esperti Google ha creato Google Sketch Up e Google Buiding Marker della città un progetto ed una realtà ancora piu’ vicini ed in sintonia con L’Aquila. Un progetto da sostenere quindi come una vera comunità che condivide ideali ed emozioni ma soprattutto un intenso e vero patrimonio socio-culturale.
Il progetto ha lo scopo anche di preservare obiettivi quali la rivalsa e la rivalutazione storica partendo proprio dalle origini de L’Aquila ed la rivalutazione anche della comunità web la quale si riunisce in un intento davvero immenso straordinario come rendersi partecipe del futuro di un Paese che mai ha smesso di esistere.
Tutto questo è possibile grazie anche al concetto virtuale della città oggi. Questa quindi è la possibilità che Google offre a tutti, l’innovazione tecnologica di un esperimento concreto che conduce per mano ogni utente a cui è data la possibilità di sostenere il progetto anche dal profilo umano tramandando fin da adesso alle nuove generazioni immagini,storie, racconti.
Grazie all’ausilio della tecnologia 3D è possibile avere una chiara e definita idea di quello che L’Aquila potrà diventare in un periodo relativamente breve con uno sguardo rivolto al turismo, un’intesa che all’ Aquila non deve mancare, soprattutto per riemergere e per essere rivalutata su larga scala. Meta di arte e di cultura, grazie alle origini che hanno segnato punti cruciali di storia, L’Aquila oggi è finalmente pronta per il grande passo.
Tutti devono sostare a L’Aquila, tutti sono accolti con grande gioia. Impossibile mancare all’appuntamento. Nel centro della città sono disposte speciali apparecchiature ovvero schermi LCD e postazioni pc per dimostrare a tutti cosa e quanto è possibile fare e creare grazie al concetto innovativo della tecnologia.
Un tributo all’uomo, alla storia de L’Aquila, ma soprattutto una città che ha voglia e bisogno di riscatto, di dare nuovamente voce alle immagini ammutolite della catastrofe e di creare proprio attraverso i racconti della gente un nuovo inizio aperto a tutti.
La sensazione è L’Aquila sarà nel collettivo come un centro nevralgico alla nuova interazione, la città di tutti coloro che amano, la città della solidarietà, un esempio per tutti.

Cisco e i Service Provider reinventano l’esperienza TV grazie a Videoscape

Cisco ha annunciato Cisco Videoscape®, una piattaforma TV completa per i service provider che combina la TV digitale e i contenuti online con applicazioni di social media e comunicazione per creare una nuova esperienza di intrattenimento video home e mobile totalmente immersiva.

Videoscape è parte delle strategia video di Cisco volta a fornire un’esperienza televisiva di nuova generazione ancora più semplice per l’utente, e trasformare le opportunità di mercato per i service provider. Cisco sta attualmente collaborando con i più importanti service provider clienti, inclusa Telestra, per abilitare esperienze video di prossima generazione grazie alla piattaforma Videoscape.
Dettagli dell’annuncio:· Cisco Videoscape è una piattaforma aperta che utilizza il cloud, la rete e dispositivi client per fornire nuove esperienze video attraverso Internet.

· I nuovi elementi di Videoscape includono:
§ In the home: o Il media gateway Videoscape per l’integrazione di voce e video lineare e online, dati ad alta velocità, Wi-Fi e routing del traffico di rete.
o Il set-top box IP Videoscape, progettato per supportare tutti i formati video distribuiti alle TV, inclusa la pay TV, i canali di trasmissione e quelli premium, VoD e Web.
o I client software Videoscape estendono l’esperienza fornita da Videoscape ad un’ampia varietà di dispositivi home e mobile, dalle connected TV ai tablet, smartphone e altro ancora.

§ In the cloud: § Videoscape Media Suite offre una gestione dei contenuti nel corso di tutto il loro ciclo di vita in modo che i service provider possano gestirli e pubblicarli in modo efficiente e a costi contenuti, il tutto attraverso molteplici schermi.
§ In the network: § Cisco Conductor per Videoscape “orchestratore” di diversi servizi e funzioni per la gestione dell’abbonato attraverso il cloud, la rete e dispositivi client.

§ Queste cinque nuove famiglie di prodotto sono parte integrante dell’architettura medianet di Cisco e lavorano in concerto con il portfolio esistente di prodotti di rete (il Cisco Carrier Routing System, l’Aggregation Services Routers, il Content Delivery System e il Cable Modem Termination Systems), e le tecnologie cloud (Cisco Unified Computing System™ e Cisco Nexus®), uniti insieme dai Cisco Advanced Services.
Principali benefici derivanti da Videoscape:

· Agli utenti finali Videoscape offre:

Esperienze immersive: accesso ad un’ampia gamma di fonti di contenuti per l’intrattenimento, inclusi i tradizionali canali di trasmissione televisiva, pay TV e Web, integrando Internet, social media, comunicazione e mobilità. Il risultato è un’esperienza che offre:
· Semplicità di utilizzo. Videoscape fornisce semplice accesso ai contenuti per diversi dispositivi da molteplici fonti.
· Più possibilità di intrattenimento sullo schermo, poiché il contenuto viene fornito da un’ampia gamma di fonti, inclusi i canali di trasmissione, la TV on-demand, DVR e Web.
· Maggiori funzioni interattive e social che integrano i più popolari siti di social networking e la tecnologia di videoconferenza Cisco Telepresence che permette di mostrare, condividere e incontrarsi con altre persone attraverso la TV.
· Maggiore scelta per i contenuti “on the go”, permettendo all’utente finale di portare l’esperienza televisiva con se, visualizzando diverse forme di contenuti su un’ampia gamma di dispositivi mobile e smart phone.
· L’esperienza di qualità di Cisco. Videoscape integra l’intelligenza di rete per migliorare la visione di video Internet sulla TV e fornire la qualità superiore necessaria per un’esperienza ad alta risoluzione.
· Ai service provider Videoscape offre:
· Modelli di business ampliati. Videoscape differenzia le offerte video dei service provider dalla concorrenza e fornisce loro maggiori opportunità di guadagno. I nuovi modelli cloud includono funzionalità come ad esempio la distribuzione delle applicazioni, la Telepresence home, e-commerce in-video e altro ancora. · Raggiungibilità estesa del servizio. Videoscape permette ai service provider di avviare attività al di fuori della propria rete. Ad esempio, il service provider può offrire un’esperienza personalizzata ai propri clienti, indipendentemente da dove risiedono o dal metodo di accesso ai contenuti.

Dichiarazioni:

David Thodey, CEO, Telstra
“Esiste una grande opportunità con i servizi video IP i quali offrono agli utenti esperienze Internet interattive utilizzando sia la TV che il PC. Stiamo lavorando con Cisco per implementare una rete Content Delivery Network la quale rappresenta un elemento differenziatore per Telstra, e ciò significa che possiamo fornire a diversi dispositivi, prodotti e servizi con un’esperienza video maggiormente consistente ed affidabile. La nostra rete CDN supporta l’ampiezza e la profondità dei contenuti fornendo ai nostri clienti la scelta e l’affidabilità per scaricare e accedere ai film e ai programmi preferiti dalla TV utilizzando il nostro media player T-Box, attraverso il download diretto sulla TV o via PC”.

Pankaj Patel, senior vice president e general manager, Service Provider Group, Cisco
“I service provider nostri clienti come Telestra sono in grado di fornire servizi migliori e più veloci offrendo agli utenti diverse possibilità di scelta per l’intrattenimento in tempo reale. Gli utenti desiderano un’esperienza TV personalizzata e da poter aver sempre con se indipendentemente da dove si trovano o dal dispositivo che stanno utilizzando. Cisco Videoscape è l’unica soluzione per l’intrattenimento, attualmente disponibile, che fornisce tale esperienza, combinando tutti i componenti tecnologici necessari del cloud, della rete e dei dispositivi client”.

Accordo Sky Italia-Gruppo 24 ORE: la concessionaria WebSystem raccoglierà la pubblicità di sky.it

          

Sky Italia e Gruppo 24 ORE hanno raggiunto un accordo per la raccolta pubblicitaria della testata giornalistica on line sky.it. WebSystem – la divisione digital della concessionaria di pubblicità del Gruppo 24 ORE specializzata nel settore dell’informazione – subentrerà a partire dal 1 gennaio 2011 a Sky Pubblicità, sempre più concentrata sullo sviluppo di nuove iniziative sul mercato della tv e dei new media, gestendo in esclusiva tutti gli spazi pubblicitari del sito: tabellari, extratabellari, preroll, progetti ed iniziative speciali e sponsorizzazioni.

Grazie a questa intesa, sky.it potrà avvalersi di una delle più importanti concessionarie digitali presenti sul mercato per valorizzare i contenuti della propria testata giornalistica on line e WebSystem aggiungerà un nuovo editore al proprio portafoglio di clienti nel campo dell’informazione che già include, oltre ai siti del Sole 24 Ore, di Libero, del Foglio e del Riformista, quelli della syndication ItaliaNews.it (con le testate online Quotidiano.net, Resto del Carlino, Nazione, Giorno, Secolo XIX, Tempo, Unione Sarda, Quotidiano della Calabria e Quotidiano della Basilicata), e di numerosi ulteriori siti verticali come Meteo.it e Rockol.it

Il sito Sky.it è tra quelli che, negli ultimi mesi, ha ottenuto le migliori performance del mercato. Nel mese di settembre gli utenti unici censiti da Audiweb che lo hanno visitato sono stati 3,5 milioni, in crescita del 30% rispetto a gennaio 2010, e le pagine viste 112 milioni, oltre 50 milioni di pagine in più rispetto a gennaio. Sky.it consente di rimanere costantemente informati su ciò che accade in Italia e nel mondo. Oltre infatti ad offrire la diretta in streaming del canale all news SkyTg24, su Sky.it è possibile leggere articoli sui più importanti fatti del giorno e vedere i servizi dei canali SkyTg24 e Sky Sport.

Negli ultimi mesi Sky.it ha condotto vere e proprie inchieste su argomenti d’attualità come sanità, pedofilia e droghe e ha ottenuto un grande successo con i social games Fantascudetto e Fantacampioni, a cui si sono iscritte oltre 350mila squadre. Sul sito trovano ovviamente spazio tutte le informazioni sull’offerta televisiva Sky.

Nata nel 1996, WebSystem è diventata negli anni una delle più importanti concessionarie online del panorama italiano, con una propria forza vendita dedicata ai new media attiva su tutto il territorio nazionale. Grazie alla scelta strategica di continuo ampliamento del target, WebSystem rappresenta oggi il network più completo di siti di News & Informazione, integrato da siti di Intrattenimento, Sport e Lifestyle, in grado di offrire pianificazioni online rivolte a target di elevata qualità.

Luca Paglicci, Direttore Generale di WebSystem, ha commentato: “Siamo lieti di poter supportare sky.it in questa tappa del proprio percorso di crescita, che mira a rafforzare la posizione del sito nel campo dell’informazione. Per questo è motivo di grande soddisfazione per la nostra concessionaria aver chiuso questo accordo con Sky Italia. L’ingresso nel nostro network di un player internazionale così importante ed autorevole è motivo di grande soddisfazione, e si sposa alla perfezione con la filosofia di WebSystem che consiste nell’offrire al mercato siti con contenuti editoriali esclusivi e di qualità, con un forte radicamento presso la propria utenza, un alto target e soluzioni di comunicazione in linea con l’evoluzione di Internet”.

Andrea Scrosati, Vice President Programming & Promotions di Sky Italia ha affermato: “Sky.it ha compiuto un’importante evoluzione editoriale e oggi il nostro obiettivo è rafforzare la nostra posizione nel mondo dell’informazione. Per questo abbiamo scelto il partner più specializzato nel settore delle news e tra i più accreditati nel mondo digitale. Siamo quindi molto lieti di poter contare sulla partnership con uno dei gruppi editoriali più importanti in Italia e grazie all’attività di WebSystem, Sky.it sarà ancora più appetibile per tutti gli inserzionisti che vogliono veicolare il proprio messaggio ad un pubblico qualificato ed eterogeneo”.