Archivio della categoria: Comunicazione

4 caratteristiche per diventare un ottimo addetto stampa

Vuoi diventare addetto stampa? Eccole caratteristiche che devi avere per diventare un professionista di successo.

Vi piacerebbe lavorare nelle pubbliche relazioni Milano, ma non sapete se avete le doti perfette per farlo? Sicuramente gli addetti stampa possono essere considerati i mestieri del futuro: si lavora nel campo della comunicazione, si usa il web, il blog, le testate giornaliste e tutto ciò che riguarda l’informazione nel senso stretto del termine.

Ebbene, ma come fare quindi ad entrare ed emergere ufficialmente in questo settore? Ecco alcuni consigli molto pratici.

1. Siate curiosi

Nel mondo della comunicazione, la curiosità è tutto, e non è una frase fatta! Questo perché la comunicazione è un qualcosa in costante aggiornamento ed essere sempre sul pezzo è essenziale se si vuole diventare degli addetti stampa affermati. Per questo vi consigliamo di leggere, di informarvi sempre più e di non lasciare mai nulla al caso per quanto concerne gli aggiornamenti in campo comunicativo. Così facendo, state pur certi che riuscirete ad emergere nel mondo dell’informazione.

2. Imparate più lingue

Nella comunicazione, l’italiano non conta così tanto come l’inglese o il francese. Per questo è fondamentale essere almeno bilingue, al fine di comunicare con qualsiasi Paese del mondo. In linea di massima vi consigliamo di apprendere come madre lingua l’inglese ed il tedesco, da sempre idiomi utilizzatissimi e molto parlati nel mondo. Se invece volete osare ancor di più, allora vi consigliamo il cinese o la lingua araba, davvero comuni e molto parlate ovunque.

3. Siate pazienti e esperti in problem solving

La pazienza è la virtù dei forti, soprattutto per chi lavora come addetto stampa. Questo perché non di rado potrebbe capitarvi di fronteggiare emergenze o dover sottostare a ordini di vostri clienti. Non perdetevi d’animo e soprattutto evitate di perdere la pazienza: mantenere la calma vi aiuterà a pensare meglio e a risolvere ogni imprevisto.

Lo stesso vale per il problem solving: essere in grado di risolvere ogni problema, trovare soluzioni immediate e alternative da percorrere, vi aiuterà a stabilire un rapporto di fiducia con il cliente che presto inizierà a fidarsi di voi e del vostro intuito.

4. L’entusiasmo è tutto

Lavorare con entusiasmo è consigliabile in ogni settore ma in quello comunicativo ancor di più. Cercate di fare tutto con serenità, voglia di fare, amore per il vostro lavoro e i risultati non tarderanno ad arrivare. E poi, lavorare con grinta e determinazione vi permetterà di farvi strada e soprattutto di stabilire una positiva fama di voi.

3 prodotti pubblicitari più usati dalle aziende di oggi

Ecco i 3 prodotti pubblicitari che le aziende di oggi usano di più: piccoli spunti per imitarle da subito.

Vi piacerebbe sapere quali sono gli strumenti pubblicitari più utilizzati dalle aziende che desiderano sponsorizzare il proprio marchio nel miglior modo possibile? Partiamo dal presupposto che ogni impresa ha a disposizione una serie di prodotti, più o meno utili, per farsi pubblicità e accrescere la fama del proprio nome. Non tutti però sortiscono gli effetti, anche e soprattutto per via della loro differenze funzionalità.

Ebbene, per aiutarvi in questo frangente, abbiamo deciso di stilare una sorta di classifica per definire quali sono gli elementi pubblicitari più utilizzati dalle aziende che vogliono dare una spinta al proprio business.

1. Volantini

I volantini sono un prodotto vecchio come il mondo ma efficace come pochi. Sia che si tratti di un supermercato, di un’agenzia di consulenza o di un semplice new opening, i volantini possono davvero fare la differenza in termini di pubblicità. Potete realizzarli come più preferite: da quelli illustrativi, con lo scopo di mettere in evidenza i prodotti di punta o in offerta, a quelli più di contenuto, al fine di farvi conoscere in modo approfondito ed esaustivo. La scelta sta voi, sulla base delle vostre esigenze e del tipo di business di cui fate parte.

2. Depliant

I depliant sono leggermente diversi dai volantini. Hanno uno scopo più informativo e sono utilizzati in settori più di nicchia. Per realizzarli in modo eccelso è necessario trovare un giusto equilibrio tra immagini e testo e soprattutto distribuirli in luoghi di incontro e ricchi di gente. I depliant, tra l’altro, non sono mai consegnati porta a porta, bensì sono spesso lasciati come omaggio dagli stessi imprenditori delle aziende ai clienti, col fine di approfondire ancor di più il business di cui si occupano. E per crearli, basta semplicemente chiedere aiuto a chi si occupa di stampa depliant.

3. Cartelloni pubblicitari

I cartelloni pubblicitari sono comunissimi e molto efficaci. Hanno il compito di coinvolgere un gruppo molto ampio di utenti, variegato e soprattutto senza un target ben definito. Sono affissi principalmente in luoghi di passaggio come strade trafficate, piazze, tangenziali e così via. Per poter garantire una grande fruibilità devono essere di impatto in termini di foto ed immagini e incisivi in termini di testo. In questo caso, non è importante essere informativi, bensì richiamare l’attenzione dell’utente tramite, ad esempio, una call to action. Così facendo, il passante si sentirà chiamato in causa e sarà ancora più spinto a contattarvi e a saperne di più su ciò che fate.

Ddl concorrenza, stretta sull’influencer marketing “occulto”

foto da pmcwwd.wordpress.com

Anche le fashion blogger e le star dell’ influencer marketing hanno trovato spazio nell’agenda politica dell’estate. Il Parlamento, in sede di discussione della legge annuale sulla concorrenza, ha chiesto al governo di regolamentare i selfie dei vip sui social, in molti casi pubblicati per promuovere – più o meno velatamente – i prodotti di grandi brand e griffes tra i propri follower.

L’esecutivo si è impegnato a intervenire a livello legislativo “affinché l’attività dei web influencer sia regolata, permettendo ai consumatori di identificare in modo univoco quali interventi realizzati all’interno della rete internet costituiscano sponsorizzazione”.

L’intervento del governo è stato proposto dall’Unione Nazionale Consumatori, che nei mesi scorsi aveva già bussato alla porta dell’Antitrust e dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, tramite un esposto, per regolamentare i selfie sponsorizzati e più in generale la pubblicità “cammuffata” su blog e social network.

Il nostro obiettivo”, ha fatto sapere UNC, “è di avere regole chiare, attraverso una didascalia nel post che informi sempre correttamente del carattere promozionale del messaggio”.

Le attese disposizioni del governo in tema di influencer marketing cambieranno l’approccio su Instagram, Facebook e sugli altri social dei volti noti di cinema, moda, sport o spettacolo, influencer che grazie al potere dei nuovi media hanno costruito un impero parallelo, sponsorizzando brand più o meno noti, senza rendere sempre esplicito il fine ultimo del messaggio.

Nell’ultimo periodo si è dibattuto molto sulla “trasparenza” dei contenuti online dei top influencer, cioè dei personaggi che sul web hanno una forte presa sul pubblico. Il marketing online sta evolvendo alla velocità della luce e gli approcci stanno cambiando verso un coinvolgimento sempre più diretto dei consumatori nelle attività di comunicazione dei brand. Non più semplici clienti, inconsapevolmente sommersi da dalla tradizionale pubblicità-bersaglio, ma ambassador e prosumer.

Il mercato sta virando verso un nuovo modo di concepire l’influencer marketing e più in generale l’advertising. Il vuoto normativo che ha iniziato a fare scalpore nell’ultimo periodo deve sorprendere, ma solo relativamente: è infatti “fisiologico” quando si sviluppano nuovi modi di concepire e interpretare “vecchi” mercati.

Gli analisti parlano di “marketing degli utenti” come la naturale evoluzione dell’advertising online: una forma ibrida di comunicazione, che andrà certificata e trattata con regole comuni e trasparenti. Senza che queste, però, ne limitino la sperimentazione e l’evoluzione. La domanda che sorge spontanea è: fino a che punto serve regolamentare? E soprattutto, fino a dove occorre normare l’influencer marketing su blog e social, quando nella comunicazione offline vip e celebrities possono fare product placement in modo quasi selvaggio, sfoggiando qualsiasi prodotto fornito da sponsor senza apporre la dicitura “paid partnership with”?.

Perché le fiere sono uno degli strumenti di marketing più scelti

Per moltissimi settori, partecipare alle fiere, manifestazioni ed eventi specifici, sono uno degli strumenti di marketing più efficaci per le aziende, soprattutto nell’ambito del B2B in cui si sviluppano rapporti di business e partnership, si ricevono informazioni su nuove tecnologie, prodotti e servizi.

 

Le fiere offrono un valore unico che non può essere raggiunto con altri mezzi, tra questi sicuramente quello di potersi incontrare faccia a faccia rispetto alle nuove possibilità offerte dal mercato digitale che, seppur valido, risulta ancora freddo e poco relazionale.

 

Entrando nel merito delle motivazioni per cui le fiere sono ancora uno degli strumenti di marketing più scelti, ci sono alcuni punti base che determinano il successo di questa opportunità.

 

Punto 1. Incontrare potenziali prospect

 

Uno dei principali punti di forza delle fiere di settore è la possibilità di trascorrere del tempo faccia a faccia con i potenziali prospect, partner e clienti, lo spazio espositivo allestito è un metodo efficace per gettare una rete più ampia e poter raggiungere un numero maggiore di persone.

 

A differenza di tanti altri eventi di marketing, le fiere permettono di avere un dialogo bidirezionale in cui sia il business che il prospect possono incrociare bisogni e richieste, scambiare informazioni di contatto ed ottenere dimostrazioni di prodotti, servizi, tecnologie.

 

Inoltre, come già detto, le possibilità di incontrare nuovi partner d’affari aumentano notevolmente partecipando ad una fiera con il proprio allestimento fieristico.

 

Punto 2. Costruire la consapevolezza del marchio

 

Oltre a incontrare le persone, si ha la grande opportunità di veicolare ed espandere la consapevolezza attorno al proprio marchio e di conseguenza aumentare la percezione positiva attorno all’azienda, ai prodotti, ai servizi. Il tutto grazie al grande impatto mediatico mirato che possono svolgere sia la copertura di stampa che la grande possibilità di veicolare una comunicazione mirata verso un pubblico veramente interessato a ciò che il proprio marchio è in grado di fare e proporre.

 

Muoversi anticipatamente per contattare riviste di settore, giornali online, sfruttare canali di comunicazione ad ampio raggio, ma sempre specifici, permette di avere una copertura editoriale in grado di veicolare a alto livello il marchio aziendale.

 

Punto 3. Vendere

 

Incontrare le persone e valorizzare il proprio marchio sono le possibilità principali di marketing che un evento fieristico può mettere a disposizione, ma allo stesso tempo si ha la grande opportunità di generare delle vendite immediate.

 

Questo perché il pubblico che partecipa a questi eventi di settore, nella grande maggioranza dei casi, ha potere decisionale e di acquisto, potendo quindi chiudere contratti e offerte sfruttando il vantaggio di toccare con mano prodotti e avere una relazione diretta con le aziende in fiera.

 

Punto 4. Rapporto qualità prezzo elevato

 

Se guardiamo ai costi e alle potenziali di ROI (ritorno sull’investimento), le fiere di settore hanno un rapporto qualità/prezzo di altissimo valore, considerando i vari benefici che questi eventi possono portare all’azienda, le spese di progettazione, noleggio, realizzazione dell’allestimento fieristico sono consapevolmente assorbite dalle reali potenzialità di sviluppo del business aziendale che gli eventi fieristici sono in grado di offrire.

 

Conclusione

 

Le fiere di settore, soprattutto in ambito B2B, si possono effettivamente considerare uno dei principali e migliori strumenti di marketing in mano alle aziende per sviluppare il proprio business, ovviamente non tutto le fiere vanno sempre bene, l’attenta valutazione a quale partecipare e la pianificazione strategica di tutte le attività sono fondamentali per ottenere il massimo del successo.

Pubblicità: perchè il vecchio volantino funziona sempre

Ebbene sì: nell’era di internet e di tutte le diavolerie tecnologiche il vecchio volantino può essere ancora uno strumento efficace e a buon costo per qualsiasi tipologia di attività commerciale. E tutto questo è possibile grazie proprio alla rete. Lo so, sembra un controsenso la cosa che ho appena affermato ma se avete cinque minuti esatti proverò a spiegarvelo.
Una volta creare un volantino, semplice e a un colore, o un sofisticato depliant a colori, con belle immagini e magari in carta patinata era una cosa non proprio semplicissima. Ci si doveva armare di santa pazienza e trovare un grafico che ci costruisse la bozza; poi dalla bozza si dovevano fare degli impianti (le famose pellicole), poi con quelle si faceva il giro delle tipografie per strappare i prezzi migliori. I tempi chiaramente erano lunghi e se l’evento era ravvicinato spesso i depliant pubblicitari arrivavano tardi e quindi erano da buttare. Oggi invece l’avvento e la maturazione di internet ha permesso la nascita di vere e proprie tipografie online che permettono in modo semplice e soprattutto veloce, la composizione e gli ordini di volantini, depliant o stampe di grande formato. Sempre online avviene poi la revisione e l’approvazione, prima che il tutto vada poi in stampa digitalmente. Il tutto ci viene poi consegnato a casa con corriere in tempi rapidissimi.

Tutto questo è stato possibile grazie alla maturazione del commercio online che ha permesso non solo di avere delle piattaforme di acquisto davvero soddisfacenti in ogni settore ma anche e soprattutto alla sicurezza dei pagamenti online. Oramai anche in Italia si paga correntemente tutto con la carta di credito (soprattutto quelle ricaricabili) e il commercio elettronico è esploso letteralmente.

Ma torniamo ai nostri volantini e alla pubblicizzazione della nostra attività. Ora che abbiamo risolto a prezzi bassi e competitivi la realizzazione del volantino siamo pronti all’utilizzo. Come dicevamo un depliant con delle belle immagini e con delle informazioni sintetiche ma chiare è sempre uno strumento validissimo. Magari per delle fasce di popolazione non ancora fortemente informatizzate e quindi ancora restie all’utilizzo di smartphone o strumenti tipo tablet.

Se siete interessati alla realizzazione di un volantino online o magari una stampa di grande formato per pubblicizzare la vostra attività vi consigliamo di visitare il sito di Exaprint; il sito è chiaro e tutti i prodotti sono esposti in modo semplice e a prova di errore. I prezzi vi stupiranno se siete abituati a quelli delle tipografie tradizionali.

Stampa digitale online: uno servizio di stampa all’avanguardia per tutti

 

La stampa digitale è senza dubbio una invenzione molto importante, specialmente per tutti coloro che necessitano di servizi di stampa di diverse tipologie (stampa menu, stampe inviti, volantini, pieghevoli, biglietti di auguri o di bigliettini da visita) ad un prezzo adeguato, ma non vogliono comunque rinunciare alla qualità ed alla professionalità degli strumenti di stampa più all’avanguardia.
Da qualche tempo a questa parte quando si parla di stampa digitale molto spesso si associa ai termini “stampa digitale” anche un termine che si riferisce alla presenza dei servizi di stampa in rete, ovvero di servizi di “stampa digitale online”.
Parlare di stampa digitale online, pertanto, significa parlare di un servizio aggiuntivo molto interessante che permette ai clienti – generalmente aziende, piccole, medie o grandi imprese – di ottenere dei servizi di stampa ottimali, a prezzi assolutamente convenienti.
Per mezzo di un servizio di stampa digitale online un’azienda può prenotare, direttamente su Internet, stampe di biglietti di auguri, stampe di volantini, di opuscoli informativi, stampe di schede prodotti e molto altro ancora, nelle misure, nelle quantità ed ovviamente anche nei materiali che sono più congeniali all’azienda.
La stampa digitale online, da molto tempo, sta diventando sinonimo di servizi accessori che vengono forniti sia ad aziende che a privati a seconda delle esigenze e delle necessità del cliente: ad una agenzia di stampa digitale online si possono infatti rivolgere le imprese che necessitano di un ordine consistente di biglietti di auguri natalizi per i propri clienti e dipendenti, ma anche il semplice cittadino privato che, vuole stampare in modo professionale i propri biglietti da visita.
Tra i vari servizi offerti dalle aziende di stampa digitale online come PG Team, figurano infatti: stampe menu, stampe di volantini promozionali, opuscoli informativi e schede prodotti, nonché svariate tipologia di strutture espositive quali roll up, banchetti promozionali e striscioni pubblicitari, il tutto a prezzi imbattibili e con la professionalità di esperti nel settore che aiuteranno nella personalizzazione del prodotto da stampare, seguendo sempre i gusti e le aspettative del cliente.